My sweet Jules

Entro nel cortile della scuola e la vedo, è la prima della fila a uscire dalla porta. E’ anche la più bella. Bionda con gli occhi scuri. E dei gran riccioloni. Come la sua mamma.

Quando mi vede, sorride. Non mostra troppo la sua felicità. Ma io so che è contenta di vedermi. Anche in questo, ha preso da me. Non siamo espansive, non vogliamo dare soddisfazione agli altri. Che boiata. Ora lo capisco anche meglio, e vorrei tanto che in questo non mi somigliasse.

Quando la vedo arrivare, piccola in un mondo di grandi mi arriva una fitta al cuore, mi sembra troppo sola ad affrontare la vita e ho paura che non abbia gli strumenti.

Ma poi quando con quegli occhi furbi e svelti mi guarda, capisco che gli strumenti ce li ha, eccome se ce li ha.

E anche io sorrido, insieme a lei.

Leave a Comment