Coppie che scoppiano dopo la nascita dei figli

coppie che scoppiano

V. e R. sono una coppia che rischia di soccombere sotto il peso di pannolini, notti sul divano e regole poco chiare.

Insieme da tanti anni, con la nascita del secondo figlio, le cose hanno preso una piega indesiderata seppur non troppo inaspettata.

Il primo figlio, allattato fino ai due anni più o meno a richiesta, ha scombussolato i ritmi di una coppia consolidata e affiatata come solo un primogenito riesce a fare. Le prime notti insonni si sono trasformate in mesi di convivenza a tre nel lettone, fino a quando il figlio –  ormai in grado di esprimersi – non stabilisce laconico: “Papà, vai divano dormire!

La comodità di allattare di notte anche oltre lo svezzamento – cercando di dormicchiare per sopravvivere – permettendo al pupo-dittatore di usufruire di un pratico self-service, ha cominciato a logorare la stabilità di una coppia alle prese, per la prima volta, con battibecchi dettati dalla stanchezza.

Consolidato a fatica il ritmo giorno-notte del primogenito intorno ai tre anni, ne è arrivato un altro nuovo di zecca, ma con le stesse aspettative e richieste del primo nei confronti della madre.

Unico elemento diverso, nello scenario che tutti profilavano: le rivendicazioni del padre, che questo giro, voleva avere voce in capitolo.

“Col primo figlio non ho mai detto nulla. Quando mi trovavo a dormire in pochi centimetri quadrati, tenevo duro e pensavo che lei, la mamma, sapeva quel che faceva. Ora non ho più voglia di dormire sul divano ma non ho neanche la forza di litigare”.

Inevitabilmente, anche la sfera sessuale ne risente.

Continua la lettura e dai il tuo contributo commentando direttamente sull’Huffington Post (è gradito anche un LIKE!)

Leave a Comment