Le mamme di tua figlia

super mamma

Dal di fuori, parlandoci da donna a donna degli argomenti più banali, sembrano assolutamente normali.

Ma quando si presenta l’occasione di tirar fuori i loro skills di mamme, entrano in azione mettendosi la tuta alla Super Mario, eccetto che la loro recita Super Mamma.

Sono quelle donne che non riescon meno a fare da madri ai figli degli altri, anche se i soggetti in questione non sono orfani, ma provvisti di genitori a tempo pieno. Tuttavia, il loro istinto materno prevale sulle regole del quieto vivere.

Sono quelle che a tavola imboccano tuo figlio e gli dicono: “Su, ancora due penne e poi basta”, quando sei a due posti di distanza e tuo figlio ha già tre anni. Sono quelle che quando tuo figlio cade, se tentenni per un nano secondo, l’hanno già preso in braccio e lo stanno già consolando al tuo posto. Sono quelle che vogliono educare i tuoi figli davanti ai tuoi occhi perchè – anche se hanno lo stesso numero di figli che hai tu – ne sanno sempre una in più di te. Sono quelle che, nonostante i propri figli siano già indipendenti (ergo potrebbe godersela durante un ritrovo tra amici) giocano e intrattengono i tuoi mentre tu preferisci intrattenere gli adulti in compagnia di un prosecchino ghiacciato.

Sono probabilmente quelle che si sentono pronte per un figlio già a diciotto anni o quelle costrette dalle loro madri a crescere i fratellini più piccoli.

Conoscono a memoria il programma scolastico dei figli e le circolari arrivate a casa da firmare, monitorano costantemente l’inizio dei saldi alla Benetton baby , sanno che giorno della settimana è meglio comprare il pesce, conoscono a menadito i negozi del centro che vendono oggetti per la casa e gli store di secondamano bimbo.

Nel tentare inconsciamente di educare i figli degli altri, coronano un bisogno di affermazione che in altri contesti gli viene negato, spesso nella sfera privata; hanno mariti che restano fuori tutta la giornata e quando tornano a casa decidono sulla vita dei pargoli senza consultarle o giocano la carta del papà-amico con cui divertirsi.

Per loro aiutare ‘le madri in difficoltà’ è una chiamata del cielo. Illuminarle su come sconfiggere un’otite, togliere il pannolino di notte, come preparare la pappa più genuina,  è una missione.

Quando gli si fa notare il loro atteggiamento, il più delle volte vi guarderanno sbalordite; incapaci di riconoscere il proprio operato, si sentiranno mortalmente offese e non le sentirete più.

A quelle che invece hanno la pazienza di sopportarle, non resta che accennare un sorriso di ringraziamento e fargli credere di aver aiutato, ancora una volta, l’ennesima mamma bisognosa d’aiuto, e continuare poi a fare di testa propria.

4 thoughts on “Le mamme di tua figlia

  1. Marina (mamma di Vittoria, Gregorio e Gaia)

    Odio quel tipo di persone! Quante ne ho incontrate in questi anni!!!

    1. ah ah Marina! Devo dire che in parte sono la ragione di questo blog, quindi…se diventerò mai famosa (!) dovrò ringraziarle!
      Sono veramente irritanti eh?
      Un abbraccio
      e.

  2. […Quando gli si fa notare il loro atteggiamento, il più delle volte vi guarderanno sbalordite; incapaci di riconoscere il proprio operato, si sentiranno mortalmente offese e non le sentirete più….]

    E’ questo il trucco? Grazie della dritta, spero di essere capace di metterla in pratica, anche se, purtroppo appartengo di più a quest’altra categoria

    […A quelle che invece hanno la pazienza di sopportarle, non resta che accennare un sorriso di ringraziamento e fargli credere di aver aiutato, ancora una volta, l’ennesima mamma bisognosa d’aiuto, e continuare poi a fare di testa propria…] ma sai come si dice, non è mai tardi per imparare! 😉

    1. Diciamo che anch’io appartengo alla tua categoria anche se ci sono stati momenti (di lucida follia) in cui ho tracimato nell’altra di categoria…beh è stato veramente benefico!
      Dopo anni di pazienti sorrisi accondiscendenti, poter dire la propria è assolutmente liberatorio!
      un abbraccio

Leave a Comment