I finti moralisti e Miley Cirus

miley cirus

Da alcuni giorni tiene banco in America – ma pure oltreoceano l’interesse non è da meno – un dibattito che sulle prime pensavo sarebbe scemato con la solita scrollatina di spalle.

Fonte della discussione è la controversa performance della cantante-attrice Miley Cirus sul palco degli Mtv Video Music Awards dove ha cantato e ballato discinta, con movenze e strusciamenti presi in prestito dal mondo hip-hop; ostentando un repertorio per altro già visto da altre prima di lei, vedi Madonna, Britney Spears o Cristina Aguilera, solo per citarne alcune.

Le femministe sono insorte avviando il dibattito se quel tipo di spettacolo non degradi l’immagine della donna – ma a quel punto bisognerebbe ritirare dal mercato praticamente tutti i video dance e hip-hop in circolazione – e se così comportandosi si possa realmente parlare di liberazione/emancipazione femminile.

Altri ancora hanno gridato allo scandalo parlando di furto artistico dal mondo dell’hip-hop, retaggio prettamente della cultura nera, e questo ha aperto un nuovo dibattito, ancor più ampio sulla tematica razziale in America.

Continua la lettura sull’Huffington Post, cliccando qui.

Leave a Comment