In bellezza la perfezione non esiste

 La scelta del titolo a una notizietta sul sito di Repubblica – “La bellezza dell’imperfezione” – non è il massimo. Perché nell’eccedere di buonismo, sottintende la perfezione come valore e sminuisce con sagacia ciò che non lo è, seppur lodandolo. Il trafiletto segnala tuttavia un interessante progetto – presto un libro – della fotografa americana Ashlee Wells Jackson, che ha ritratto il corpo di quasi quattrocento donne dopo le gravidanze.

Continua la lettura sul sito de Il fatto quotidiano

Leave a Comment