I genitori di mio figlio

Penso di essere una persona tollerante. Di quelle persone che credono nel ‘vivi e lascia vivere‘ e soprattutto nella facoltà didiscernimento del prossimo. Mi sconquassano solo le propensioni politiche diametralmente opposte alle mie, ma con quel tipo di interlocutore ho imparato da anni a non relazionarmi. Nella vita di tutti i giorni mi nutro delle diversità, certa che siano il sale della vita, mi incuriosisce capire dove sarà il punto d’incontro quando le traiettorie sembrano così distanti.

Continua la lettura sul sito del Fatto quotidiano

Leave a Comment