Primi segni di istupidimento da Tv

Mia sorella lavora in banca, che al giorno d’oggi vale come un master in antropologia, la sua filiale è in una zona periferica, altamente popolata da immigrati e famiglie del sud, per cui tra badanti romene che vincono al gratta e vinci, aspiranti tronisti bruttarelli e tifosi scatenati in cerca di biglietti per la seria A, si può dire che non si annoi.

La storia che sto per raccontare, dove le persone cambiano nome ma i fatti rimangono reali, nasce da una delle sue giornate di lavoro.

NOBILE Carmela Cinzia Anna, signora siciliana, divorziata, ex donna delle pulizie ora disoccupata, entra in banca per chiedere un prestito di 60.000 euro. Vuole aprire in “frincis” un ristorante della catena Old wild west, locali di nuova generazione presenti soprattutto nei cinema multisala dove si mangia in stile Steak house americana.

La signora, oltre a non percepire alcun reddito, vive in casa coi figli GIACALONE Matteo Francesco di anni diciassette, aspirante calciatore, GIACALONE Antonio Paolo di anni quindici e GIACALONE Pilar Consuelo di anni diciannove, disoccupata, sposata con matrimonio riparatore a ESPOSITO Mario, barista all’autogrill ed unico percettore di reddito in famiglia. In casa vive anche il figlioletto della coppia, di anni uno, ESPOSITO MAICOL PASQUALE.

La signora NOBILE Carmela Cinzia Anna ha sul conto in banca circa 700 Euro ed è sul punto di prendere una decisione importante.

E’ indecisa se pagare 150 euro per fare un corso da OSS, che quasi sicuramente le garantisce un lavoro sicuro, oppure spendere 650 euro per fare, a Milano, un book fotografico al nipotino, per altro non bellissimo.

Che scelta può avere fatto la signora NOBILE Carmela Cinzia Anna?

Riflettiamo….

Da una parte un lavoro sicuro, dall’altra un book fotografico al nipotino di un anno.

Già.

I bookmakers lo davano 2 a 1.

Leave a Comment