Reduce da un fine settimana con ospiti venuti a festeggiare il compeanno toscano della Sofia e godere di comodità gratuite, sento il bisogno di tranquillità. Ho pur sempre trentacinque anni e dopo svariate ore di religiosa tintarella, tornei di pallavolo in acqua, bocce, volano e lezioni di acqua gym, devo riordinare le idee alla luce  di questo tramonto che sa di fieno e sale.

Parlando a bordo piscina, –  la vita non è per niente male qui alla casa cantoniera –  una delle sciure  app0llaiata comodamente su una sdraio al sole, esordisce con una certa stizza su come una cliente le abbia raccontato che, nel tentativo di avere un figlio, copulasse con il marito solamente due volte al mese.

Il motivo di incredulità della sciura appollaiata comodamente sulla sdraio, nasceva dal fatto che fosse inconcepilbile fare sesso col marito solamente due volte al mese.

Con sdegno,  gridava allo scandalo!

Dopo teorie sull’ alimentazione, la cura del bambino,i  problemi di coppia, la manutenzione della casa, come spendere meno e meglio, è  parecchi anni che i benpensanti ci intrattengono con un vasto repertorio filosofico sul sesso.

Sesso tantrico, manuali su come dar piacere al partner, test sull’intesa di coppia, trasmissioni condotte da dubbi specialisti,  carta stampata e televisione sono zeppi di consigli e aspettative da appiccicare alla coppia moderna.

E guai a voi a non rispettare gli elevatisimi standard testati su base nazionale.

Mai far passare più di tre giorni dall’ultimo rapporto, durata delle prestazione non inferiore ai quarantacinque minuti, orgasmi multipli contemplando punti G ed anche H.

Il raggio d’azione della nostra libertà va restringendosi  sempre più, nuovi esperti che indottrinano su cosa sia normale spuntano dietro ogni angolo e quando la normale routine della nostra intimità esce dai canoni prestabiliti, inzia a lavorare lento ed implacabile il tarlo del dubbio.

Sono all’altezza delle aspettative?

La vita presenta da sè le sue spiacevoli sfaccettature: colleghi insopportabili, mutui da pagare, orari di lavoro impossibili, commissioni in posta che richiedono ore, soldi che non bastano mai…

…Potrò essere io a decidere come, dove e quanto fare sesso con mio marito?

One thought on “Sesso matto

  1. “Potrò essere io a decidere come, dove e quanto fare sesso con mio marito?”

    Bhè magari concordalo anche con lui ! 😉

Leave a Comment